Spedizione gratuita oltre i 29,9 € SPEDIZIONI IN 24/48 ORE GRATIS OLTRE I 29,9 €
SEMPREFARMACIA.IT: RAPIDI, CONVENIENTI, SEMPLICI
Carrello carrello
0
wishlist
Wishlist
login
Login

Semprefarmacia.it con l'Italia: aiutiamo chi ci aiuta

Il nostro sostegno alla Protezione Civile
Scendiamo in campo accanto agli angeli della Protezione Civile: 1€ donato per ogni ordine ricevuto superiore a 50€

 

Semprefarmacia.it scende in campo per dare un sostegno fattivo alla lotta al COVID-19.  Gli eventi che stanno stravolgendo la vita del nostro Paese, impongono ad ognuno di noi di fare la propria parte. Per superare questo momento drammatico, serve il supporto e la collaborazione di tutti.

A partire da sabato 28 marzo e fino alla fine dell’emergenza Coronavirus, per ogni ordine ricevuto di importo superiore a 50€, Semprefarmacia.it donerà 1€ alla Protezione Civile. Un piccolo gesto per testimoniare il nostro impegno e la nostra presenza accanto alla popolazione italiana.

 

Le dichiarazioni del CEO di Semprefarmacia.it Nicola Pellegrino

«L’idea è nata dal desiderio di fare qualcosa di concreto per aiutare il nostro Paese. La nostra farmacia online sta continuando a garantire (nel rispetto delle misure precauzionali indicate dalle istituzioni) il servizio di consegna farmaci e parafarmaci. Nel vedere lo spirito solidale e determinato con cui il mio staff sta affrontando questi giorni complessi, ho avvertito l’esigenza di trasferire questi sentimenti anche al di fuori dell’azienda. La scelta di donare 1€ alla Protezione Civile, per ogni ordine di importo superiore a 50€ che riceveremo da qui alla fine dell’emergenza, è venuta quasi naturale. Ci è sembrato opportuno sostenere la struttura apicale nella gestione dell’emergenza, con un aiuto che a cascata potrà ricadere laddove se ne presenti la necessità. La somma raccolta servirà ad acquistare i presidi medico-chirurgici necessari per combattere il Coronavirus nei reparti di Terapia Intensiva degli ospedali di tutta Italia. Un piccolo segno di riconoscenza a questi eroi silenziosi che, tutti i giorni, lasciano le proprie famiglie per dare un aiuto a chi ne ha bisogno. Migliaia di volontari, sempre pronti a scendere in campo quando ce n’è necessità. A loro va un grande grazie per il lavoro che stanno svolgendo. A loro andrà la nostra donazione come segno di vicinanza e sostegno alle attività che si stanno rendendo necessarie in queste settimane».

«Quello che stiamo vivendo, probabilmente tra qualche anno sarà studiato sui libri di storia dalle generazioni future. Oltre ai numeri, ai dati scientifici, ai risvolti socio-economici, l’auspicio è che, su quei libri, i nostri figli e i nostri nipoti possano un giorno leggere della prova di forza e di unione che l’Italia e il mondo intero hanno dato come risposta al COVID-19. In quelle righe, mi auguro potrà essere raccontato lo spirito di fratellanza e coesione che sarà risultato decisivo per uscire dall’emergenza. Questa pandemia è stata indicata da molti, a ragione credo, il momento storico più complicato per il nostro Paese a partire dal secondo dopoguerra. Ogni giorno siamo chiamati a fare i conti con numeri abominevoli, che raccontano di un paese portato allo stremo da un nemico tanto sfuggente quanto infame. I nostri ospedali si stanno ritrovando a dover fare i conti con un’ondata di contagi che ne sta mettendo a dura prova la tenuta. Abbiamo però la fortuna di poter contare su un sistema sanitario che è tra i più all’avanguardia, con eccellenze invidiate in tutto il mondo. Il ringraziamento, in questo senso, va a tutti i medici e al personale sanitario che stanno combattendo “al fronte”. Giorno dopo giorno, queste persone (perché sì, sono persone anche loro e in quanto tali non immuni al contagio) mettono a rischio la propria incolumità per salvaguardare il bene comune. A loro, ad una categoria troppe volte ingiustamente bistrattata, va un sentito grazie per la passione, la forza, la tenacia e la professionalità che stanno mettendo al servizio di tutti in questo momento di emergenza. Lo stesso ringraziamento che va alle istituzioni, alle forze dell’ordine, ovviamente alla Protezione Civile e a tutti coloro i quali stanno mettendo in campo tutte le proprie energie per far rinascere la nostra splendida Italia. Distanti ma uniti, riusciremo a sconfiggere questo nemico e torneremo a gioire e condividere emozioni».

 

16 aprile 2020: abbiamo effettuato il primo bonifico
LA RACCOLTA CONTINUA

semprefarmacia.it con l'italia

 

Grazie al vostro aiuto, in pochissimo tempo abbiamo raggiunto quota 5 mila euro. Una somma importante, che abbiamo deciso di inviare immediatamente alla Protezione Civile per dare un primo sostegno tangibile. L'iniziativa però prosegue, come detto, fino al termine dell'emergenza Coronavirus. Per tutti gli ordini superiori a 50€ che riceveremo, continueremo a mettere da parte 1€ da donare alla Protezione Civile.

 

Termina l'iniziativa: donati 10.400€ alla Protezione Civile Italiana

Si è conclusa domenica 3 maggio, contestualmente alla chiusura della Fase 1 dell’emergenza Coronavirus, l’iniziativa Semprefarmacia.it con l’Italia. Grazie al supporto dei nostri clienti, siamo riusciti a raggiungere la cifra totale di 10.400€ raccolti in favore della Protezione Civile Italiana. Dopo il primo bonifico di 5.000€ effettuato lo scorso 16 aprile, abbiamo provveduto ad un secondo bonifico pari a 5.400€.

Il risultato raggiunto ci rende felici ed orgogliosi di quanto fatto. Grazie soprattutto al supporto dei nostri clienti, siamo riusciti a fornire un piccolo contributo alle attività messe in campo dalla Protezione Civile Italiana per la lotta al Covid-19.

Le dichiarazioni del CEO di Semprefarmacia.it Nicola Pellegrino

«Lo scorso 28 marzo ci siamo presi l’impegno di dare un sostegno fattivo alla Protezione Civile Italiana nella battaglia per contrastare il Coronavirus. Grazie allo straordinario lavoro dello staff che lavora quotidianamente al mio fianco e grazie al contributo determinante dei nostri clienti, in 36 giorni siamo riusciti a raggiungere una cifra considerevole. Ci eravamo posti l’obiettivo di proseguire con l’iniziativa per l’intera durata dell’emergenza e così è stato. Fino allo scorso 3 maggio, quando il Governo ha decretato la fine della Fase 1, abbiamo continuato a mettere da parte 1€ per ogni ordine ricevuto di importo superiore a 50€. L’auspicio è che il nostro contributo, seppur in minima parte, possa rivelarsi utile per le iniziative volte ad arginare la diffusione del virus».

Poi uno sguardo volto al futuro, con speranza e senso di responsabilità: «Con l’inizio della Fase 2, quella della convivenza col virus, il nostro Paese ha dato il via ad un processo graduale di riavvio di tutte le attività. Come sottolineato dagli addetti ai lavori, la curva del contagio in Italia appare in calo. Un risultato importante, frutto anche del grande senso di responsabilità dimostrato dagli italiani durante il periodo di lockdown. Le misure restrittive a cui siamo stati sottoposti hanno contribuito ad arginare in maniera sensibile i contagi. Ora è tempo di ripartire, guardare al futuro con coraggio e spirito positivo. È tempo di rimettere in moto il nostro Paese, dare nuovo ossigeno alla nostra economia e ricominciare a riappropriarci in maniera graduale degli spazi sociali a cui siamo sempre stati abituati. Il tutto, ovviamente, senza mettere in atto comportamenti irresponsabili che possano vanificare quanto di buono fatto finora».


semprefarmacia.it con l'italia