Carrello vuoto
Problemi con il carrello?
  
Spedizione SEMPRE gratis oltre i 50€ Siamo SEMPRE a tua disposizione, contattaci! Prezzi SEMPRE scontati
Argomenti
Tumori al colon retto
Prevenzione in farmacia
Diverse regioni italiane hanno avviato o stanno per attivare programmi di screening dei tumori al colon retto in collaborazione con le farmacie

I tumori del colon retto rappresentano la seconda causa di morte per neoplasia in Italia (dopo il tumore del polmone nell'uomo e dopo il tumore della mammella nella donna); l'incidenza è di 28.000 nuovi casi ogni anno con una mortalità di circa 18.000 decessi/anno. Nel corso della loro vita 1 donna su 40 (2.5%) e 1 uomo su 26 (3.9%) si ammalano di questo tumore: la possibilità di guarire dopo trattamento dipende dalla precocità della diagnosi (oltre il 95% nei polipi maligni mentre in presenza di metastasi la sopravvivenza a 5 anni è inferiore al 20-30%).
Nella maggior parte dei pazienti l'insorgenza del carcinoma si verifica dopo i 50-55 anni (popolazione generale senza fattori di rischio di cui il più rilevante è rappresentato dalla familiarità).

Diverse regioni italiane hanno pertanto avviato o stanno per attivare programmi di screening nei tumori colorettali: sarà così possibile raccogliere dati tali da consentire ricerche cliniche multicentriche relative alla prevenzione del carcinoma del grosso intestino.

L'organo bersaglio è l'ultima parte dell'intestino. In questa sede talora si sviluppa un polipo, che è una formazione benigna. Il polipo può degenerare in tumore maligno con un processo lento, che richiede da 5 a 15 anni per completarsi. Si può perciò individuare e rimuovere il polipo prima che degeneri in patologia maligna.

Ancora una volta la farmacia si offre come punto di riferimento per il cittadino che potrà rivolgersi ad essa per un esame assolutamente gratuito.

Scarica l'opuscolo in formato pdf.